L’Asida

  admin   Set 30, 2015   Le Voci, Le Voci di Settembre   0 Comment

Ciao a tutti, sono Fatma un italiana che vive in Tunisia da quasi diciassette anni con una grande passione per il mediterraneo e per il cibo. Sono moltissimi i cibi che uniscono la mia terra d’origine con la Tunisia e il fico ne è un esempio. In tunisino si dice KARMUSA: anche nel dialetto antico del mio paese d’origine Karmusa è il tipico fico mediterraneo.
Ricordo che mamma faceva seccare i fichi al sole, io adesso in Tunisia faccio la stessa cosa, ma dopo averli essiccati li trito con i datteri e preparo una crema fatta con farina e acqua che si chiama ASIDA. Metto l’asida ancora calda in un piatto di terracotta, poi aggiungo datteri, fichi, zucchero e burro, che sciogliendosi diventa una salsina veramente buonissima. Ci si siede tutti insieme e si mangia dallo stesso piatto. Generalmente, si prepara dopo il parto di una donna per festeggiare il nuovo arrivato e per “rinforzare” la neo mamma.
Il fico è anche il nome di una delle sure del Corano : “surat tin (sura del fico)” dove il fico si riferisce al territorio di Gerusalemme, luogo in cui Allah ha mandato uno dei profeti, Aisa (Gesù), per guidare l’umanità.

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*